Canapa e Industria 4.0: la bioplastica di canapa e i materiali naturali per l’high tech

Canapa e Industria 4.0: la bioplastica di canapa e i materiali naturali per l’high tech

Prosegue la crescita del settore della canapa con l’industria 4.0. Le bioplastiche in canapa e materiali naturali stanno contribuendo sia agli sviluppi scientifici che a proporre una vera alternativa alla plastica convenzionale e ai danni ambientali ad essa correlati

La prima bioplastica brevettata a base di canapa viene prodotta in Italia e più precisamente in Sicilia. L’ha sviluppata una startup catanese, la Kanèsis – crasi tra la parola canapa e il termine greco κίνησις (kinesis), ossia “movimento” – fondata da un giovane studente di ingegneria, Giovanni Milazzo con il suo staff.

«Kanèsis nasce dai principi messi in campo da Henry Ford negli anni Trenta – spiega Giovanni – con il recupero di scarti industriali di origine vegetale per fare nuovi prodotti green ed ecosostenibili».

L’idea è stata quella di realizzare una plastica ecosostenibile proprio dagli scarti della lavorazione industriale di vegetali, tra cui la canapa. Il risultato è un materiale composito termoplastico, con proprietà riconducibili alle plastiche petrolchimiche convenzionali e doti migliorate di resistenza e leggerezza.

Il progetto, sviluppato in collaborazione con l’Università di Catania, ha passato prima una fase sperimentale ed “Hempbioplastic è il nome dato definitivamente all’innovativo materiale a base di canapa. «Il nostro obiettivo è sviluppare prodotti industriali dalla natura», sottolinea Milazzo.

Il filamento di canapa intrecciato non utilizza coloranti, il che gli permette di mantenere un colore marrone naturale. “E’ quasi iridescente nella sua capacità di mostrare sfumature e densità diverse all’interno dello stesso oggetto stampato. C’è anche una grande quantità di bio-fill visibile, qualcosa che non si ottiene con standard di acido polilattico (PLA) materie plastiche”.

Altri prototipi di materiale sono realizzati anche mediante il fiore di canapa, con la weedbioplastic, altra invenzione di Kanèsis.

 

tratto da www.softsecrets.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *