Usa: La Virginia è il 27esimo Stato che sta per legalizzare la marijuana

Usa: La Virginia è il 27esimo Stato che sta per legalizzare la marijuana

Il Senato della Virginia ha approvato (27 a 13) un disegno di legge martedì 11 Febbraio per depenalizzare il possesso di marijuana. E questo un giorno dopo che la Camera ha approvato una simile legislazione.


Dato che il Governatore Ralph Northam (D) sostiene la riforma, è quasi certo che lo Stato diventerà presto il 27mo negli Stati Uniti in cui non si finirà più in galera per possesso di piccole quantità.


La legge del Senato, SB 2, punisce il possesso di una oncia solo con una multa di $ 50. La legge attuale prevede che il possesso di mezza oncia sia punibile con una multa massima di $ 500 e fino a 30 giorni di reclusione.
La Camera ha anche approvato all’unanimità un altro disegno di legge per legalizzare formalmente il possesso di CBD e THC-A, preparazioni di cannabis mediche dietro ricetta di un medico.


“Sappiamo tutti, qualunque siano le nostre opinioni su questo disegno di legge, che la proibizione della cannabis in questo Paese è fallita, e anche nel Commonwealth”, ha dichiarato il senatore Adam Ebbin (D), sponsor principale della proposta di legge.


È stato approvato anche un emendamento per consentire alle persone di svolgere cinque ore di servizio comunitario al posto di pagare le multe.
“La Virginia ha fatto la storia questa settimana con la votazione della Camera e del Senato per depenalizzare il possesso personale di marijuana, e il Senato ha approvato una misura per legalizzare il futuro programma di cannabis medica dello stato”, ha detto a Marijuana Moment, Jenn Michelle Pedini, direttore esecutivo della Virginia NORML. “Queste vittorie arrivano dopo anni di lavoro dedicato da parte della Virginia NORML”.


Mentre il disegno di legge sulla depenalizzazione è in gran parte simile a quello approvato dall’Assemblea lunedì, ci sono alcune differenze che dovranno essere risolte in un comitato ad hoc in cui i legislatori uniranno le due versioni in un’unica proposta unificata da inviare a Northam per la sua firma.


“Passare alla depenalizzazione sia alla Camera che al Senato è un primo passo davvero importante nella giusta direzione nel viaggio della Virginia verso un uso legale e regolamentato da parte dei maggiorenni, ma non finisce qui. Dobbiamo andare avanti perché il lavoro non è concluso”, ha dichiarato il procuratore generale Mark Herring (D) in un comunicato stampa. “Per troppo tempo, l’approccio della Virginia alla cannabis ha inutilmente vessato i suoi abitanti, in particolare gli afroamericani e le persone di colore, ma tutto questo finisce. Voglio ringraziare i miei colleghi sia alla Camera che al Senato per essersi uniti a me nel rendere questa questione una priorità e non vedo l’ora di verificare i progressi che possiamo fare nei prossimi anni”.


Herring, che è in procinto di sostituire l’attuale governatore Northam nel 2021, ha dichiarato di credere che il governatore sarà più disponibile ad una più ampia legalizzazione quando gli verranno fornite ulteriori informazioni. A tal fine, l’anno scorso ha organizzato un vertice sulla cannabis con relatori di Stati dove la marijuana è legale, e questo potrebbe fornire al governatore le risorse di cui ha bisogno per supportare la legalizzazione.

Acquista subito online

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *