Harry e Meghan nella bufera: villa circondata da Cannabis

Harry e Meghan nella bufera: sembra proprio che la loro magnifica villa in Canada sia completamente circondata da Cannabis. Ecco i dettagli della vicenda:

Altro scandalo per Harry e Meghan Markle: spuntano intere piantagioni di Cannabis

Sembra non esserci davvero pace per Harry e Meghan Markle. Secondo una recente bomba lanciata dal Daily Mail la coppia sarebbe letteralmente circondata da piantagioni di Cannabis indiana. Come è noto, infatti, i duchi di Sussex si sono trasferiti da qualche mese nella loro lussuosa villa in Canada, una dimora apparentemente isolata che la coppia avrebbe scelto proprio perché offre la privacy tanto cercata.

Intorno alla dimora c’era, infatti, un antico pollaio abbandonato, che un imprenditore ha deciso di trasformare in una piantagione di cannabis. La coltivazione di questa pianta a scopo medicinale, infatti, è legale in Canada e attira ogni giorno di più degli investitori. Il nipote della Regina Elisabetta, dunque, potrebbe presto ritrovarsi completamente circondato da varie piantagioni dal momento che gli esperti hanno motivo di credere che la zona attiri l’interesse degli investitori nel settore. Cosa ne penserà la Sovrana?

La villa da 7 milioni di sterline

Secondo un’altra indiscrizione, però, la coppia starebbe già cercando un’altra casa da aggiungere a quella in Canada. Nello specifico Harry e Meghan Markle sarebbero interessati ad acquistare una villa vicino a Los Angeles, per stare più vicini a mamma Doria. Una dimora che costerebbe alla coppia 7 milioni di sterline: una villa davvero lussuosa fornita di ben 8 camere da letto, un campo da tennis, una piscina, e molte altre comodità.

Spese folli, che aggiunte a quelle che la coppia ha in programma per i servizi di sicurezza e per gli investimenti, fanno storcere il naso agli inglesi e alla stessa regina Elisabetta, che secondo le indiscrezioni ha richiamato più volte Harry e Meghan. 

Cannabis shop vendita online

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *