La Cannabis nella Spagna liberale. Club sociali e libertà d’uso personale

La Cannabis nella Spagna liberale. Club sociali e libertà d’uso personale

La canapa ha fatto parte della storia della Spagna per secoli. Negli ultimi decenni l’industria ha vissuto un forte rilancio, con gli agricoltori iberici che hanno ricominciato a sfruttare il potenziale economico della pianta.
Questo non sorprende, data l’idoneità del clima spagnolo alla coltivazione della canapa.

Allo stato attuale, le direttive UE consentono la produzione di canapa purché i livelli di THC siano inferiori allo 0,2%, mentre il regio decreto 1729/1999 consente agli agricoltori di coltivare 25 diverse varietà di canapa in Spagna. Tutti i semi devono essere sempre certificati UE per essere considerati legali.

Decriminalizzazione dell’uso personale

Per lungo tempo la Spagna ha perseguito un approccio relativamente tollerante alle droghe, in particolare alla Cannabis. A seguito di una serie di sentenze emesse dalla Corte suprema del paese, a partire dagli anni ’70 il possesso personale di piccole quantità di droghe illecite non è considerato un reato.

Per quanto riguarda la cannabis, questa politica di depenalizzazione si è estesa anche alla produzione: la legge spagnola viene in genere interpretata in un modo che consente la coltivazione privata della pianta.

Tuttavia, le piante devono essere solo per uso personale, sia esso ricreativo o medicinale. Se si dovesse essere sorpresi a coltivare un numero significativo di piante – la legge non stabilisce un numero esatto – e le autorità dovessero decidere che si sta pianificando di vendere o distribuire la Cannabis, si potrebbe essere perseguiti per traffico di stupefacenti.

I Club Sociali di Cannabis

Proprio la mancanza di una regolamentazione precisa relativamente a quante piante possono essere coltivate ha portato al boom dei club sociali spagnoli di cannabis.

Il primo club è stato fondato nel 2001 e gli esperti legali hanno identificato diversi criteri che i club devono soddisfare per rispettare i precedenti stabiliti dalla giurisprudenza.

Esistono centinaia di questi club in tutta la Nazione e operano tutti come organizzazioni private. Le piante di Cannabis sono coltivate in loco e i membri del club pagano una tassa per accedere alla Cannabis in modo legale e controllato. I soci di solito hanno un certo controllo su alcuni aspetti delle pratiche del club, come ad esempio quali varietà di cannabis vengono coltivate e come viene gestito il club.

Cannabis medica in Spagna

Sebbene la Spagna sia progressista nella depenalizzazione dell’uso personale di Cannabis, è in ritardo con le leggi sulla Cannabis medica. I regolamenti infatti non distinguono tra uso di Cannabis ricreativo e medicinale. Ciò significa che i pazienti hanno difficoltà a ottenere una prescrizione per i prodotti a base di cannabis che contengono 0,2% di THC o più.

Di conseguenza, i pazienti spagnoli scelgono di coltivare Cannabis in autonomia o di visitare un club sociale di cannabis e di usare le piante per creare medicamenti in base ai livelli di CBD e THC di cui ha bisogno.

Indovina Quanto 2020! La libertà di poter giocare insieme

Giocare a Indovina Quanto è facile e gratis.

Guarda il video, compila il modulo qui sotto e scrivi il peso esatto secondo te (specificando due numeri dopo la virgola es.: 3,45), ricordandoti di scrivere i tuoi dati per essere ricontattato in caso di vittoria. Chi si avvicina di più al peso esatto vince tutto!

Acquista la migliore cannabis light legale al 100%. Spedizione rapida e garantita in tutta Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *