Cannabis legale: L'utilità del CBD per i calciatori

Cannabis legale: L'utilità del CBD per i calciatori

I veri tifosi hanno inciso nella memoria Diego Armando Maradona che si rivolge alla telecamera pazzo di gioia, dopo aver segnato un gol alla Grecia durante la Coppa del Mondo del 1994 negli Stati Uniti. Passata l’euforia di quell’incontro, alla fine della partita successiva viene accompagnato fuori dal campo da un’infermiera, per essere sottoposto al test antidoping. Maradona è risultato positivo alla efedrina (sostanza vietata) e la sua carriera è effettivamente finita.

Anche la marijuana è classificata come una droga illegale e qualsiasi giocatore di calcio che ne risultasse positivo sarà bandito. Tuttavia questo non riguarda più il consumo di cannabidiolo (CBD), poiché questo composto della Cannabis è stato rimosso dall’elenco delle sostanze vietate dalla World Anti-Doping Agency (WADA).

Dopo una lunga guerra di nervi interna, hanno dovuto accettare le evidenze scientifiche a favore dell’uso di CBD di Cannabis sativa come efficace rilassante muscolare, capace di abbassare i livelli di stress e dalla forte capacità antinfiammatoria.

I calciatori professionisti, e più in generale tutti gli atleti che fanno agonismo ad alto livello, sottopongono i loro corpi a una notevole tensione fisica e mentale in una stagione. Le squadre possono trovarsi a giocare partite due o anche tre partite a settimana, se sono coinvolti nelle coppe o tornei internazionali o per recuperi; senza contare che non sempre possono giudicare negli orari o nei campi migliori dal punto di vista climatico. Per questo l’apparato muscolare e scheletrico sono soggetti a malesseri o problemi molto seri (come stirature, tendiniti e lesioni dei legamenti), che molte volte possono essere evitati con sostanze miorilassanti. È proprio il caso del cannabidiolo, che alleviando la tensione muscolare senza alcun effetto psicoattivo, permette alle fibre del muscolo di lavorare in maniera più sciolta e al contempo alleviando l’ansia da prestazione. Un mix esplosivo di cause che possono turbare molto il calciatore anche dal punto di vista psicologico, perché nessuno penserebbe esser costretto a saltare un impegno internazionale per un infortunio, occorso a Insigne poco prima del match contro il Barcellona.

Il CBD è secondo solo al THC in termini di abbondanza nella pianta di Cannabis ed è il composto più diffuso nella pianta di canapa. Come tutti i cannabinoidi, il CBD funziona con i composti naturali del corpo nel sistema endocannabinoide. Questo sistema comprende numerosi recettori in tutto il corpo che sono attivati ??da cannabinoidi di origine vegetale (come il CBD) o dai cannabinoidi presenti in natura.

Il CBD agisce indirettamente sui due principali recettori, localizzati principalmente nel sistema nervoso e nel sistema immunitario. Il CBD li stimola indirettamente e aiuta il corpo a mantenere un senso di equilibrio, noto anche come omeostasi.

Tante sono le formulazioni disponibili: creme, oli da assumere per via orale o per i massaggi rilassanti, cristalli e edibili. 

Scopri di più nel sito Primero Roma, su prodotti di alta qualità da piante di agricolture biologiche europee, la cui estrazione del CBD avviene avviene secondo processi studiati per impedire la contaminazione da altre sostanze vietate.

articolo tratto da: http://www.sportevai.it/

Acquista la migliore cannabis light legale al 100%. Spedizione rapida e garantita in tutta Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *