USA - Calo di arresti in Texas dopo la legalizzazione della canapa

USA - Calo di arresti in Texas dopo la legalizzazione della canapa

Gli arresti per possesso di marijuana sono diminuiti di quasi il 30% in Texas dal 2018 al 2019, secondo i nuovi dati statali, e questa tendenza sembra collegata alla legalizzazione della canapa, la cugina non tossica della pianta.
Sebbene la marijuana rimanga illegale in Texas, il cambiamento di politica sulla canapa a metà del 2019 ha creato problemi per le forze dell’ordine poiché le due forme del raccolto di cannabis sono spesso indistinguibili ad occhio nudo. La polizia ha detto che, per questo motivo, non possono arrestare le persone senza condurre analisi di laboratorio per il contenuto di THC sulla cannabis sequestrata.
Secondo i dati diffusi la scorsa settimana dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza del Texas (DPS), questo sembra aver portato a un significativo calo degli arresti per marijuana. Nel 2018, ci sono stati circa 63.000 procedimenti penali per la marijuana nello stato, che sono scesi a poco più di 45.000 nel 2019.
I pubblici ministeri hanno archiviato centinaia di casi di cannabis di basso livello da quando la canapa è stata legalizzata. E i funzionari statali hanno annunciato a febbraio che i laboratori non avrebbero eseguito test in casi di reato minore, con il DPS che ha affermato che “non avrà la capacità di accettarli”.
Anche gli arresti della produzione di cannabis sono diminuiti in modo significativo dalla legalizzazione della canapa, da circa 2.700 nel 2018 a circa 1.900 nel 2019.

I comuni di tutto lo stato hanno colto al volo l’opportunità per far passare negli ultimi mesi le riforme locali sulla cannabis.
Il consiglio comunale di El Paso ha approvato a maggio una misura che incoraggia la polizia a emettere citazioni per casi di marijuana di basso livello invece di effettuare arresti.
A gennaio, il consiglio comunale di Austin ha approvato una risoluzione volta a porre fine agli arresti per semplice possesso di cannabis. Il dipartimento di polizia della città ha dichiarato a luglio che “non citeranno più né arresteranno più persone per reati di ‘possesso di marijuana’ di classe A o di classe B, a meno che non vi sia una minaccia immediata alla sicurezza di una persona o che la vicenda faccia parte di indagini su un caso di narcotici di un certo livello, con indagini su reati violenti.”
Un programma di citazione e rilascio a San Antonio ha portato a una riduzione del 35% del numero di arresti per piccole quantità di marijuana, secondo i dati rilasciati dal dipartimento di polizia locale.
“Le forze dell’ordine locali, consigliate da avvocati distrettuali e di contea, hanno compiuto un grande (e atteso da tempo) allontanamento dalla tradizionale mentalità del” duri contro il crimine”. Stiamo adottando un approccio “Smart on Crime”, concentrandoci su minacce reali piuttosto che arrestare e perseguire coloro che usano marijuana”, ha detto a Marijuana Moment Heather Fazio, direttrice di Texans for Responsible Marijuana Policy. “Ora è il momento di cambiare la legge statale e interrompere tutti gli arresti per possesso di marijuana in Texas”.
Il presidente della Texas House a luglio ha riconosciuto che legalizzare la cannabis potrebbe aiutare a risolvere il deficit di bilancio dello Stato, ma non sostiene il cambiamento di politica a prescindere.
L’anno scorso, la Camera ha approvato un disegno di legge di depenalizzazione che ha reso il possesso di un’oncia o meno di cannabis punibile con una multa di $ 500 e senza carcere, ma si attende il pronunciamento del Senato.
Nel frattempo, il Dipartimento dei servizi sanitari statali ha tentato di imporre un divieto alla vendita di canapa fumabile, ma sono stati citati in giudizio e un giudice ha concesso ai querelanti una vittoria procedurale il mese scorso, revocando temporaneamente il divieto.

(articolo di Kyle Jaeger pubblicato su Marijuana Moment del 09/09/2020)

Acquista la migliore cannabis light legale al 100%. Spedizione rapida e garantita in tutta Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *