Primero-numero-1-del-cbd-online-hashish-cbd-over-70-utilizzano-la-cannabis

Una riflessione per mettere in discussione il modo di pensare di chi è certo che la Canapa sia sinonimo di sballo e gioventù bruciata, sono gli over 70 utilizzano la cannabis ancor più dei giovani.

È un dato di fatto: la Canapa piace sempre di più.

Il mercato della cannabis light è sempre più in crescita e gli scettici devono farsene una ragione.

A confermarlo sono i numeri con vendite triplicate in molte regioni italiane.

E se questo sta accadendo in un momento di crisi per l’intero Paese afflitto da reiterati episodi di lockdown causa Covid, un motivo ci sarà!

La Canapa, inutile negarlo, è ancora un tabù. Qualche ministro nostrano ancora inserisce la variante light nell’elenco delle “droghe” e in quanto a norme non è che si stia facendo molto, anzi.

Eppure un piccolo esercito di over ne apprezza le evidenti proprietà. Perché?

Un mercato in crescita

Quello della cannabis light, è un boom iniziato lo scorso aprile, in pieno lockdown.

Proprio mentre la maggior parte delle aziende vedeva nero all’orizzonte, due produttori di Cannabis, uno ad Altamura in Puglia e l’altro a Firenze in Toscana, parlavano di vendite aumentate del 600 per cento.

Certo, i negozi fisici non sempre se la sono passata bene. La ricerca di soluzioni alternative, però, ha aiutato a tenere sotto controllo la crisi.

Vendite online, consegne puntuali a domicilio e h24, uso di cashback e anonimato garantito sono stati elementi di certo graditi dai consumatori.

I nuovi clienti? Gli over 70!

Notizia degna di questo nome ad interessarsi alla Canapa light ora sono anche gli over 80.

Olii, tisane, farina: l’approccio con il mondo di questa preziosa pianta per gli anziani sta partendo da qui.

Del resto ci sono evidenze scientifiche che parlano chiaro per quanto riguarda il discorso sia alimentare che terapeutico.

Dolore cronico, sonno di scarsa qualità e dieta poco equilibrata: sono sempre più i geriatri che consentono alla Canapa di intervenire nella vita quotidiana dei propri pazienti senior.