Cannabis e basket, il mondo dell’NBA non effettuerà i test per la cannabis per la prossima stagione.

Qualcosa sta cambiando tra il mondo della cannabis e il basket

Da molto tempo la dura battaglia nei confronti della cannabis che prevede l’ esclusione dall’elenco delle sostanze vietate sta dando i suoi frutti.

Grazie anche al grande impegno e la collaborazione che i giocatori hanno avuto con il sindacato, l’NBA ha ridimensionato le regole antidroga rispetto alla scorsa stagione

Nel mondo dello sport, in questo caso, quello del basket, sta cambiando qualcosa per quanto riguarda i tabù legati all’utilizzo di cannabis.

Ricordiamo che il 2 Dicembre, la Commissione delle droghe delle Nazioni Unite ha dichiarato ufficialmente le qualità mediche della pianta e riconosciuta come sostanza terapeutica.

Intanto i giocatori non mollano e continuano a dare il loro contributo

Qualcosa nel mondo si sta muovendo, infatti la NBC Sports (National Basketball Association) non testerà i suoi giocatori per la cannabis durante la prima stagione.

Da molto tempo la dura battaglia nei confronti della cannabis che prevede l’ esclusione dall’elenco delle sostanze vietate sta dando i suoi frutti.


Grazie anche al grande impegno e la collaborazione che i giocatori hanno avuto con il sindacato, l’NBA ha ridimensionato e rimodellato le regole antidroga rispetto alla scorsa stagione.

Marijuana e tabù


Queste regole non escluderanno la cannabis dall’elenco delle sostanze vietate.

La sospensione dei dei test e’ stata effettuata per limitare i contatti non necessari per la prevenzione del Covid.


Ciò non escluderà l’utilizzo delle “droghe ricreative”, e una prossima apertura apertura dell’NBA verso l’utilizzo della marijuana.


La decisione della lega di diventare meno rigorosa nella prevenzione dell’uso di marijuana tra i giocatori, arriva in un momento in cui sempre più Stati sono diventati più indulgenti nel punire le persone per la cannabis.

Secondo ESPN, ci sono solo sei Stati in cui gioca una delle quattro principali squadre sportive che non ha legalizzato la marijuana in una forma o nell’altra: Indiana, Georgia, North Carolina, Tennessee, Texas e Wisconsin.