primero-numero-1-del-cbd-online-Cannabis-terapeutica-in-Italia

La Cannabis terapeutica in Italia è legale dal 2006, da più di 14 anni dura una battaglia per tutti coloro che ne dovrebbero poter usufruire ma purtroppo non riescono ad ottenerla in modo semplice.

Le difficoltà sono maggiormente dovute al fatto che molti dottori non sono disposti a prescriverla, molto spesso per partito preso e troppo spesso purtroppo per ignoranza.

Anche nel caso in cui si riesca a trovare un medico disposto a prescrivere Cannabis terapeutica, la sua reperibilità è molto ridotta vista la scarsa produzione in Italia e la grande richiesta dei pazienti.

Il problema dei costi della Cannabis terapeutica

La Cannabis terapeutica in Italia veniva venduta fino a pochi anni fa fra i 15 ai 25 euro al grammo, dal 2017 i prezzi si sono stabiliti intorno ai 9 euro al grammo, si tratta in ogni caso di un prodotto abbastanza costoso.

Anche se si tratta di un prodotto legale la Cannabis, è una spesa totalmente a carico del paziente ed il prezzo cambia a seconda delle varietà disponibili.

Purtroppo non sempre la Cannabis è rimborsabile, infatti lo è solo per alcune patologie.

La rimborsabilità dei farmaci a base di cannabis, è competenza dei singoli Sistemi Sanitari Regionali, per questo spesso ci sono delle disparità di accesso a questo tipo di farmaco tra pazienti di Regioni diverse.

Cosa dice la normativa?

In Italia dal 2006 i medici possono prescrivere preparazioni magistrali contenti fiori di Cannabis per uso medico, dunque con elevate concentrazioni di THC.

E’ consentita la coltivazione di Cannabis con alta concentrazione di THC solo ed esclusivamente dietro autorizzazione di un organismo nazionale ad hoc.

Si occupa della produzione in Italia lo Stabilimento Chimico Farmaceutico Militare di Firenze.

E’ inoltre consentita l’importazione da altri paesi sempre previa accordo firmato dal Ministero della Salute e della Difesa.

primero-numero-1-del-cbd-online-Cannabis-terapeutica-in-Italia

Quali sono le varietà di Cannabis terapeutica in Italia?

Dagli altri paesi importiamo le seguenti varieta:

  • Bedrocan, di provenienza olandese.
  • Bediol, anch’esso provenienza olandese
  • Bedrolite, di provenienza olandese
  • Sativex, proveniente dall’Inghilterra

Mentre nel nostro paese lo  Stabilimento Chimico Farmaceutico Militare di Firenze produce Cannabis FM-2 (contenente THC 5% – 8% e CBD 7,5% – 12%).

La storia della Cannabis medicinale

L’uso medico della Cannabis ha una storia antichissima condivisa da molte culture diverse nel mondo, nella pianta sono state identificati più di 110 Cannabinoidi molti dei quali svolgono ruoli importanti in ambito medico.

Verso la fine del XIX secolo a causa dell’aumento della popolarità dei farmaci sintetici è iniziato a diminuire la pratica di utilizzare Cannabis a scopo terapeutico.

Negli anni’80 a causa del frequente utilizzo con benefici da parte dei pazienti affetti da tumore ed AIDS, è tornato popolare fra i medici il consumo di questa pianta e lo studio delle sue proprietà mediche.