l'anno-della-cannabis-light

La vendita di infiorescenze impazza sul web e nei negozi, è giusto definire il 2021 l’anno della Cannabis light?

Secondo noi si ! Ormai sono migliaia le aziende agricole che si sono convertite alla coltivazione della nostra pianta preferita, da nord a sud gli agricoltori non sembrano avere dubbi, nella produzione di Cannabis il guadagno c’è!

I prezzi della Cannabis light in Italia

Dal 2016 ad oggi sono molte le cose ad essere cambiate, in primis una conoscenza minima del prodotto da parte del cliente, che inizia a comprendere che non tutti i negozi e non tutti i produttori vendono erba di qualità.

Un altro discorso da non sottovalutare sono i prezzi delle infiorescenze di Cannabis light che sono partiti alle stelle per poi abbassarsi ed in alcuni casi i prodotti vengono addirittura svenduti.

Se pensiamo che all’inizio del 2016 i fiori di CBD venivano venduti fino a 15 euro al grammo ad oggi il discorso sta cambiando e si riescono ad acquistare buoni prodotti a partire dai 5/6 euro al grammo parlando di prezzi al dettaglio.

Perchè alcuni prodotti vengono svenduti?

Sono molte le motivazioni che portano chi coltiva a svendere il proprio raccolto questo accade principalmente per i seguenti motivi:

  • Poca qualità dei prodotti: ci accade molto spesso di ricevere delle campionature di prodotti che nonostante il loro prezzo bassissimo non andrebbero bene neanche per utilizzarli come Trinciato!
  • Scarsa conoscenza del prodotto da parte del cliente: tante volte i clienti di canapa light non conoscono al meglio i prodotti e dunque si trovano ad acquistare a prezzi esorbitanti delle infiorescenze di basso livello.
  • Scarsa conoscenza del prodotto da parte del rivenditore: molti rivenditori entrano nel mercato senza conoscere a fondo la Cannabis ed è facile imbattersi in prodotti di pessima qualità.
  • Troppi coltivatori vogliono produrre Cannabis: l’aumento della produzione di infiorescenze di CBD non può che saturare il mercato e di conseguenza anche alcuni prodotti di buona qualità andranno svenduti.
  • Troppi coltivatori inesperti vogliono produrre Cannabis: oltre a saturare il mercato i coltivatori inesperti produrranno sicuramente Cannabis light di scarso livello e dunque saranno costretti a svendere i prodotti abbassando ulteriormente il prezzo di mercato.

Un consiglio, prima di avventurarvi nel business della Cannabis studiate bene la materia comprendendo che non si tratta di guadagni facili nè di lavoro facile !

Leggi anche Investire nella Cannabis light nel 2021

2021 la svolta del nostro settore

Nei prossimi mesi sono attese molte manifestazioni in tutta Italia per lottare in favore della legalizzazione della Cannabis e finalmente uscire da questa era proibizionista.

La nostra speranza è che l’aumento dell’impatto mediatico mischiato con un cambio radicale del pensiero generale nella nostra società, possa favorire il nostro settore ed essere alla svolta tanto attesa.

Intanto i numeri crescono, il settore Marijuana light ha fatto nascere molteplici aziende che creano posti di lavoro ed accrescono le casse statali attraverso le tasse.

Previsioni per il futuro

Sembrerebbe un roseo futuro, ma gli ostacoli da superare sono alti e difficili, il settore si sta unendo dando spazio a nuove idee, Primero il numero uno del CBD online resta in prima fila!

Investire nella Cannabis light nel 2021 è consigliabile ma con le dovute attente precauzioni, il consiglio è quello di non lasciare nulla al caso e porre l’attenzione dove è più importante legalità del prodotto e qualità del prodotto!

E voi cosa ne pensate ? Come vedete il settore Cannabis nel futuro? Rispondici nei commenti o sotto il post di Facebook.

Leggi anche 20 Aprile 2021, Manifesto Collettivo dal Senato alla Camera