Non è tutto oro quello che luccica, vi presentiamo le mille difficoltà del settore Cannabis light, per dimostrare come può essere davvero difficile riuscire a guadagnare in questo mercato.

Se hai pensato di investire nel business della Cannabis light, sappi che hai davanti a te una lunga salita da effettuare, preparati ad investire tempo, dedizione e denaro.

Quali sono le principali difficoltà del settore Cannabis light?

Vendere Cannabis light può sembrare un lavoro semplice guardando dall’esterno ma in realtà non è affatto facile riuscire a fare business in Italia con la Cannabis light.

Queste sono solo alcune delle cose a cui fare maggiore attenzione prima di iniziare il business della Canapa light:

  • Conoscere nei minimi particolari la Cannabis e tutto il mondo che gira intorno a questa pianta è la primissima cosa a cui fare attenzione.
  • Ricordiamo che il settore Cannabis light non è ancora totalmente regolamentato, il mercato non è ancora stabile e si rischiano ancora le chiusure di qualsiasi tipologia di attività connessa alla pianta di Canapa.
  • Capire subito da quale ramo del business vogliamo iniziare: coltivazione, vendita nei negozi, vendita online.
  • Teniamo presente da subito che l’investimento dovrà essere ben mirato, come qualsiasi business non si devono commettere troppi errori negli acquisti.
  • Strutturate al meglio la vostra azienda di Cannabis light, le difficoltà sono dietro l’angolo e sarà meglio suddividersi bene i compiti.
  • Scegliamo accuratamente con chi collaborare, per questo bisogna avere molta attenzione nei protocolli di acquisto e vendita per garantire la provenienza del prodotto a noi stessi ed anche il cliente finale.
  • Si può scegliere di iniziare a guadagnare con la Cannabis producendo estrazioni, quì le difficoltà diventano maggiori ed anche i rischi sono differenti, in questo caso il nostro consiglio è quello di informarsi bene sulle metodologie più corrette, bisogna essere molto informati per questo ramo del business.
  • Avere il pieno controllo sulle percentuali delle infiorescenze di Cannabis light che commerciamo è fondamentale per evitare problemi legali, perciò bisogna analizzare costantemente i prodotti al momento di un grande acquisto oppure dopo averli coltivati.
  • Non è possibile ricorrere a metodi di sponsorizzazione online in quanto la maggior parte delle piattaforme social non accetta le sponsorizzazioni di Cannabis per policy, dunque il tutto diventa più difficile.
  • Anche molte aziende non ritengono opportuno ricevere sponsorizzazioni o pubblicità di infiorescenze di Cannabis per etica professionale secondo il nostro punto di vista scorretta.
  • Vogliamo anche aggiungere il pregiudizio di tante persone che non vedono di buon occhio la Cannabis potrebbe essere un aspetto negativo per chi soffrisse il giudizio altrui.

In tutto questo bisogna tenere presente che tante altre aziende ormai investono in questo settore da anni e dunque alzano la posta d’ingresso per i nuovi investitori.

Quanto costa investire nel settore Cannabis light?

La risposta a questa domanda è: dipende dal settore da cui si decide di iniziare! Gli investimenti cambiano se vogliamo iniziare una coltivazione, come sono differenti dall’apertura di negozi o vendita online.

In ogni caso in qualsiasi settore decidiate di iniziare dovete avere a disposizione minimo dai 50 mila euro in sù per sviluppare la vostra azienda e renderla competitiva.

Vorresti investire nel settore della Cannabis light in Italia? Prova a contattarci alla nostra mail [email protected] saremo felici di valutare nuove valide proposte.

Investire in un’azienda già avviata potrebbe essere una buona cosa per evitare parecchie rogne burocratiche e difficoltà aziendali, rimaniamo a disposizione per qualsiasi informazione.

Leggi anche Come vendere Cannabis legalmente in Italia

Quanto si guadagna vendendo Cannabis light?

Si può guadagnare molto, il mercato è davvero vasto, più di ogni aspettativa iniziale! Soprattutto se pensiamo che il prodotto italiano è considerato uno dei migliori in Europa.

Le perdite anche però possono essere tante, basta pensare che in qualsiasi momento si rischia il sequestro del prodotto e l’arresto per spaccio di “droga”.

Tenere troppo tempo infiorescenze di Cannabis light in magazzino non è redditizio dunque pianificate bene i vostri acquisti per evitare grandi perdite.

E’ conveniente investire nella Cannabis light?

Dopo aver analizzato il più possibile tutti i dati, i pro e i contro ed aver preso coscienza dei rischi legati a questo mercato è possibile pensare di investire nella Cannabis light.

E’ molto interessante il nostro articolo 10 bugie che ti hanno detto sulla Cannabis