registrare-marchio-di-cannabis-1

Stai cercando di registrare un marchio legato alla Cannabis? In Italia non sempre questo è consentito, scopri tutto quello che c’è da sapere in materia di registrazione del marchio della tua azienda di Cannabis light.

Quando c’è di mezzo la Cannabis può succedere di tutto, soprattutto quando si parla di sdoganamento ed incitazione al consumo della nostra pianta preferita.

E’ legale registrare un marchio legato alla Cannabis?

Non esistono leggi che vietano di registrare un marchio legato alla Cannabis, le restrizioni sono tutte date dal fatto che l’esposizione di determinati simboli potrebbe avere impatto sull’ordine pubblico.

Questo è quanto sancito dal Tribunale dell’Unione Europea dopo che un’azienda nel 2019 ha presentato un ricorso quando ha subito l’annullamento della registrazione del proprio marchio!

In quel caso il problema non era legato all’azienda di Cannabis di per sè ma piuttosto all’esposizione di determinati nomi e simboli che secondo la sentenza potrebbero effettuare un danno all’opinione pubblica.

Registrare un marchio di Cannabis light

I precedenti d’altronde parlano chiaro registrare marchio legato alla Cannabis potrebbe non essere un’impresa facile e bisogna essere pronti ad usare gli artigli.

Non è sbagliato pensare di utilizzare dei simboli diversi dalla classica foglia della pianta di Cannabis per evitare di ritrovarsi con la richiesta di registrazione del marchio bloccata.

Ma potrebbero esserci anche altri metodi per non incappare in questa problematica e li andremo ad elencare nel prossimo capitolo.

Ti potrebbe anche interessare leggere Posso sponsorizzare la mia azienda di Cannabis light?

Come registrare un marchio legato alla Cannabis

Non c’è una regola fissa che possa garantire a chi desidera farlo di registrare marchio legato alla Cannabis, abbiamo provato a dare qualche consiglio a chi fosse interessato:

  • Non inserire foglie nè simboli che possano ricordare la Cannabis oppure inneggiare al consumo di sostanze stupefacenti.
  • Assicurarsi di registrarlo per le categorie necessarie allo sviluppo del proprio business.
  • Trovare un nome che non contenga la parola Cannabis o qualcosa che possa ricordarla direttamente o indirettamente.

Ragionando sulla situazione si può facilmente incappare in problemi per registrare il proprio marchio di Cannabis, il nostro consiglio è di farsi seguire da un legale lungo tutto il percorso di registrazione.

Dove registrare il proprio marchio di Cannabis light?

Per registrare il proprio marchio di Cannabis è necessario prendere contatto con l’agenzia delle entrate che fornirà tutto il supporto necessario alla registrazione.

Bisogna decidere in quali categorie iscrivere il proprio marchio e questo chiaramente influirà sul costo finale della pratica.

Il costo della pratica aumenta in base al numero di categorie richieste per la registrazione del proprio marchio ed esclude le categorie non segnalate anche se preserva comunque l’unicità del nome registrato.

Leggi anche Come vendere Cannabis legalmente in Italia