Primero-numero-1-del-cbd-online-Metodi-di-coltivazione-della-Cannabis

Esistono più metodi di coltivazione della Cannabis, andiamo a vedere come si suddividono.

Tutti i metodi di coltivazione richiedono molto lavoro e attenzione ai minimi particolari, scegliendone uno piuttosto che un altro non ridurremo la difficoltà, ma per ognuno saranno diversi gli errori da non commettere.

Perciò la scelta non ricadrà su un metodo più semplice o uno più difficile, la cosa fondamentale sarà la conoscenza delle tecniche e la fattibilità per ciascun caso specifico.

Metodo di coltivazione indoor

Come Coltivare Cannabis in Indoor? Avremo bisogno di uno spazio chiuso nel quale non passi la luce solare nè artificiale, questo per evitare di creare stress e problemi alla pianta durante la fase notturna.

Questo metodo consente di coltivare una o più piante all’interno di un ambiente chiuso che potrebbe essere una grow box oppure una stanza qualsiasi.

Sarà fondamentale l’uso di prodotti appositi per la germinazione per la fase di crescita e della fioritura delle nostre piante.

Anche la scelta dell’illuminazione sarà importante, infatti le lampade sono di diversa tipologia e la scelta della lampada influirà di certo sul raccolto finale.

Fondamentale è la scelta delle giuste attrezzature e seguire passo passo tutte le indicazioni è pertanto consigliabile una guida apposita per l’utilizzo dei prodotti e il montaggio delle lampade.

Metodo di coltivazione outdoor

Come coltivare Cannabis in outdoor? Spazio aperto e pieno sole è la parola chiave di questa metodologia, terreno fertile e giusta irrigazione saranno fondamentali per rese più che soddisfacenti.

E’ importante la scelta della genetica in quanto alcune varietà potrebbero dimostrarsi più forti e quindi più produttive nelle coltivazioni outdoor.

Bisogna fare molta più attenzione a funghi e parassiti in quanto all’esterno sarà probabile incappare in una di queste problematiche.

La prevenzione attraverso l’uso dei giusti prodotti influirà di molto sulla qualità delle vostre infiorescenze di Cannabis.

Primero-numero-1-del-cbd-online-Metodi-di-coltivazione-della-Cannabis

Metodo di coltivazione greenhouse

Come coltivare Cannabis in greenhouse? Siete pronti ad acquistare una grande serra e creare un ambiente adatto alla crescita delle vostre piante di Canapa?

Si può dire che la tecnica di coltivazione in greenhouse è una specie di connubio fra il metodo outdoor e quella indoor

Coltivare in greenhouse vuol dire apprezzare i punti di forza di entrambe le colture poichè le piante usufruiranno della protezione dalle intemperie grazie alle serre ma anche della luce solare esterna.

Sono in molti a considerare questo metodo come il futuro della Cannabis light in Italia.

Metodo di coltivazione idroponica

Come coltivare Cannabis in idroponica? Una scelta dispendiosa e piuttosto complicata da gestire ma sicuramente fra le migliori in termini di qualità finale delle infiorescenze.

Innanzitutto precisiamo che tutte le coltivazioni in idroponica hanno bisogno di una stanza simile a quelle necessarie per la coltivazione indoor.

Bisogna dividere due tipologie di coltivazione in idroponica:

  • Con le radici nel substrato:  ovvero miscele di perlite, sabbia, argilla espansa, che viene inumidito e irrigato con acqua e sostanze nutritive.
  • Con le radici fuori dal substrato: dove le radici delle piante sono immerse nel flusso della soluzione nutritiva (composta da acqua e sostanze disciolte).

Per semplificare, possiamo dire che l’idroponica è la coltivazione delle piante di Cannabis fuori dal suolo, ossia senza terra e grazie all’acqua.

All’interno dell’acqua vengono disciolte sostanze nutritive per far crescere le piante più velocemente e in salute, per semplificare possiamo dire che si tratta della cotivazione delle piante in acqua.

Quale fra questi Metodi di coltivazione della Cannabis scegliere?

La scelta è personale, è importante valutare al meglio il proprio potenziale inteso come disponibilità economiche e di luogo in cui iniziare la coltivazione.

Ricordarsi sempre che la coltivazione di Cannabis è illegale in Italia perciò se si è appassionati di questa pianta il nostro consiglio è di coltivare solo infiorescenze di Cannabis light provenienti da sementi certificate e che mantengano il principio attivo THC al di sotto dello 0,5%.