primero-numero-1-del-cbd-online-Manifesto-Collettivo-per-la-Cannabis-Libera

In questo articolo parliamo del Manifesto Collettivo per la Cannabis Libera, uno dei pilastri di rappresentanza dell’ anti proibizionismo italiano.

Si definisce la più grande azione politica, collettiva ed apartitica della Storia della Repubblica Italiana promossa dalla Società Civile a favore di una nuova Legge per la Liberalizzazione della Cannabis.

Primero già da tempo ha aderito al progetto e firmato il Manifesto cercando di aiutare il più possibile a parlare di queste realtà.

Perchè aderire al Manifesto per la Cannabis Libera?

Sono svariate le tematiche che dovrebbero interessare la classe politica italiana, poichè i fumatori di Cannabis sono potenziali elettori che giornalmente vengono perseguitati e discriminati dallo Stato.

La Cannabis rappresenta un futuro ecosostenibile grazie ai suoi molteplici usi che sono l’immagine perfetta di un futuro Green!

Grazie alla Cannabis sono migliaia le persone che hanno trovato un’occupazione stabile in tutto il mondo ed anche in Italia la Cannabis light sta dando lavoro a moltissimi giovani che prima erano disoccupati.

Il Manifesto Collettivo per la Cannabis Libera rappresenta tutti i consumatori di Cannabis della nostra nazione che a gran voce richiedono una legalizzazione che da altre parti del mondo sta dilagando.

primero-numero-1-del-cbd-online-Manifesto-Collettivo-per-la-Cannabis-Libera

Intervista diretta all’associazione Freeweed

Abbiamo fatto qualche domanda ai ragazzi dell’associazione Freeweed per raccontarci del loro progetto:

– Quando è nato il progetto?

“Il progetto del Manifesto Collettivo nasce dall’esigenza di una proposta di legge che rispecchi a fondo le richieste della società civile e dei consumatori.

Nasce nel lontano 2018, grazie alla spinta dell’Associazione FreeWeed, già attiva dal 2013, Associazione Canapese e decine di attivisti.

Con Valeficent siamo andati al Ministero della Giustizia per capire quale fosse il miglior percorso collettivo, e nel settembre 2019 la proposta è stata depositata al Senato della Repubblica con numero 1498.

Ora stiamo lavorando per rilanciarla anche alla Camera dei Deputati.

– Quanti iscritti ha raggiunto il manifesto collettivo?

“Oggi sono oltre 345 le realtà che hanno aderito al progetto legislativo, firmato da oltre 109.000 attivisti.

Tutti i dati sono online aggiornati quotidianamente sul sito ufficiale www.manifestocannabislibera.it

– Quali sono i progetti futuri?

“Sicuramente ora il primo passa sarà rilanciare alla Camera dei Deputati il testo di legge del Manifesto Collettivo, spingendo per una conferenza stampa pubblica che possa riaccendere il dibattito nel Paese e sui media nazionali.”

– Cosa pensate del settore Cannabis light?

La spinta ideologica e riformatrice che ha impresso la svolta sul settore è sicuramente funzionale alla liberalizzazione totale, ma non va lasciata isolata né tantomeno ignorata, o solo sfruttata per tornaconto economico privato, seppur il valore del mercato sia interessante per gli investitori, ovviamente.

E’ importante trovare punti di collaborazione tra aziende, associazioni e consumatori, così da riuscire a far leva sulla classe politica partitica che purtroppo oggi ancora non vuole esporsi per una regolamentazione chiara e definitiva.”

Ringraziamo di cuore i ragazzi dell’Associazione Freeweed per il tempo dedicato a rispondere alle nostre domande!

Come fare per sottoscrivere il Manifesto per la Cannabis Libera?

Per sottoscrivere il Manifesto per la Cannabis Libera basterà cliccare su questo link ed inserire i dati, sul loro sito sarà possibile vedere tutte le realtà che hanno aderito e scoprire quello che c’è da sapere del progetto.

Tutti i membri del nostro staff possono aiutarvi all’interno dei nostri negozi ad avere informazioni in merito e ad effettuare la sottoscrizione.