fbpx

Manovra, scontro su cannabis light: per Salvini è “spaccio di Stato”

Il M5s ha firmato un emendamento che riscrive la legge sugli stupefacenti, ritoccando allʼinsù le percentuali di Thc per cui è legale la vendita di canapa. Le opposizioni vanno allʼattacco “Il subemendamento approvato non fa altro che stabilire un’imposta e ratificare quanto previsto dalla Legge 242/16 e sancito dall’ex ministro dell’Interno con la circolare del 31 luglio 2018 diretta alle […]

Leggi tutto…

San Marino. Passa l’Istanza sull’uso ricreativo della cannabis

Primero Roma cannabis light online cbd

L’approvazione di un’istanza d’Arengo non fa legge, non determina nessun provvedimento normativo. Tuttavia apre un indirizzo politico, un percorso da seguire. Come il sì a maggioranza (18 i favorevoli, 13 i contrari e 2 gli astenuti) espresso, ieri notte, dal Consiglio, a favore dell’istanza sull’uso ricreativo della marijuana e dell’hashish. Sulla richiesta cioè avanzata dal primo […]

Leggi tutto…

La cannabis light “batte” Salvini: i giudici riaprono i negozi

Primero Roma cannabis light online cbd

E’ stato uno dei suoi cavalli di battaglia, la chiusura dei negozi di cannabis light. Ma per Salvini il vento sembra essere davvero cambiato. Nonostante la sentenza della Cassazione che impone il divieto di vendita di prodotti derivanti dalla canapa, i giudici chiamati in causa dai titolari dei negozi sono stati di parere diverso: la […]

Leggi tutto…

Matteo Salvini: ora va bene servire alcolici dopo le 3

Il Ministro dell’Interno Matteo Salvini ha nelle scorse ore dichiarato che si dovrebbero servire gli alcolici nei locali anche dopo le 3 del mattino. Quindi, oltre il limite d’orario imposto per legge. Perché? Perché afferma: “preferisco che, a mio figlio, un cocktail glielo dia in mano un barman professionista, piuttosto che il primo extracomunitario di turno col carrello dei superalcolici, fuori dai locali”. […]

Leggi tutto…

«Giù le mani dalla cannabis light», rivolta online anti-Salvini

Primero Roma cannabis light online cbd

Quasi 10mila firme sul sito Change.org. Manuele Villa è tra i sostenitori dell’iniziativa: «Vogliono azzerare il settore per affidare il monopolio del mercato alle multinazionali» CREMONA (13 maggio 2019) – Lanciata quattro giorni fa sul sito Change.org, ha già raccolto quasi 10mila firme la petizione che chiede «parole di rettifica e chiarimento» al ministro dell’Interno Matteo Salvini, […]

Leggi tutto…